WHO avverte “il peggio deve ancora venire”

Il capo dell’Organizzazione mondiale della sanità ha avvertito che la pandemia di coronavirus non è nemmeno vicina alla fine.

WHO avverte "il peggio deve ancora venire"

Sono passati sei mesi da quando sono stati segnalati i primi casi di una misteriosa malattia simile alla polmonite a Wuhan, in Cina.

All’epoca si temeva una ripetizione dell’epidemia di Sars del 2002-2004, che causò la morte di 774 persone.

Ora, con oltre 500.000 persone morte e oltre 10 milioni di casi confermati in tutto il mondo, il direttore generale dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus ha affermato che questo è “un momento per tutti noi di riflettere”, ha riferito la BBC.

Ma, ha avvertito, “il peggio deve ancora venire” – aggiungendo che “con questo tipo di ambiente e condizioni, temiamo il peggio”.

Nonostante i progressi in alcuni paesi, ha affermato che la pandemia sta accelerando e che nei prossimi mesi il mondo avrebbe bisogno di maggiori riserve di resilienza, pazienza e generosità.

“Sei mesi fa, nessuno di noi avrebbe potuto immaginare come il nostro mondo – e le nostre vite – sarebbero state gettate in subbuglio da questo nuovo virus”, ha detto Tedros alla conferenza stampa dell’OMS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *